Jack Bruce

di Mariano Freschi
Jack Bruce

Oggi occorre tornare indietro di molti anni per raccontarvi questa storia.

Nel 2000, la casa d’aste Cooper Owen mise in vendita molti oggetti, strumenti e memorabilia varie appartenute a Jack Bruce, uno dei maggiori e più conosciuti bassisti (era in realtà un polistrumentista) della storia del rock e divenuto famoso con i Cream, con Eric Clapton e Ginger  Baker.

Tutti gli oggetti erano stati messi all’asta dalla prima moglie, Janet Bruce, dalla quale la rockstar si era separata. Agguerrito più che mai acquistai il suo Minimoog (un sintetizzatore analogico) del 1971 e tutti i suoi dischi dei Cream che aveva in casa, rimasti quindi all’ex moglie Janet.

Nel 2014 purtroppo Jack Bruce muore. Poco dopo la sua morte un amico di famiglia mi contattò, dicendo che la seconda moglie Margrit ha intenzione di vendere molti oggetti appartenuti a Jack.

Fu proprio grazie a questo contatto che entrai in possesso di uno dei suoi amplificatori Hartke, installato in un flightcase con un effetto.

Due o tre anni dopo, il maggior negoziante inglese di strumenti musicali mi chiamò e mi disse di essere a conoscenza del fatto che io avevo il Minimoog di Jack Bruce. Mi offrì una cifra considerevole che decisi di accettare.

Quello fu l’unico oggetto della mia collezione di memorabilia che ho mai venduto in tutti questi anni.

Feci questa scelta solo perché ero riuscito a procurarmi un suo amplificatore dalla seconda moglie. Ad essere sincero mi sono sempre vergognato un poco per aver venduto il Minimoog, dato che non ho mai collezionato per un vantaggio economico, ma solo per pura passione.

Jack Bruce

La foto che potete vedere sopra è il Minimoog, sopra un Hammond. Chissà dove sarà finito…

 

 

Guarda l’intervista a Mariano Freschi su B Side!

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

A SETTEMBRE IN LIBRERIA!