Alzati uomo morto

di Stefano Pancari
alzati uomo morto

I can’t believe the news today cantava un giovanissimo Bono Vox ricordando la strage del 30 gennaio 1972 nel paese nordirlandese Derry:  il Sunday bloody Sunday. Uomini che uccidono uomini.

Ora che le nerborute mani del virus sembra che stiano allentando la soffocante presa al collo dell’umanità, le notizie che arrivano dai media sono quantomeno allarmanti.

In Matrix l’Agente Smith parla dell’essere umano come un virus che infetta il mondo e certe volte la penso proprio come lui. Quando non ci sono agenti esterni c’è l’essere umano che fa harakiri con i suoi comportamenti imbecilli.

Credo che avrai fatto caso che non c’è giorno in cui le autostrade italiane sono interrotte da qualche grave incidente. Non più tardi di un paio di giorni fa ho incrociato, per fortuna sulla carreggiata opposta, ben 3 maxi incidenti in appena 100 km di autostrada. Aggiungiamo corpi maciullati da eliche di aitanti motoscafisti della domenica, giovani avventurieri in mari agitati che vengono salvati da comuni cittadini che poi muoiono di infarto e lo scenario è pressoché completo.

How long to sing this song? Lo stesso rocker irlandese cantava nell’ultimo brano 40 dell’album War. Un testo che appare di resa, ma che in realtà è la presa di posizione per una totale negazione ad entrare nel vortice della violenza. Questa è rivoluzione, questo è lo spirito rock che ci piace qui su ROCK’N’SAFE. Quante volte dovremo indignarci di fronte ad uno dei mali più grandi della Terra, ovvero noi stessi? In che modo possiamo risvegliare le persone da un torpore intellettuale che le porta dritte nel burrone dell’imbecillità?

Se proprio devo immaginare la perdita di una persona a me cara, per quanto possa bruciare ed essere doloroso, sopporterei un intervento di Madre Natura, ma mai l’azione scriteriata di un altro essere umano. Le cose non succedono fino al giorno in cui succedono, ficchiamocelo in testa e agiamo di conseguenza.

La leggerezza, l’adrenalina e la trasgressione sono spezie che danno un sapore migliore alla nostra vita. Ma se sul tuo pollo metti una quantità spropositata di curry diventa immangiabile anche per il tuo cane. Quando parliamo della vita non parliamo di gusti, ma di poterla vivere il più possibile e dobbiamo saper ponderare quelle spezie per goderne senza rovinarla.

Disturbando ancora gli U2, conclusero il loro eclettico e criticato (non dal sottoscritto) album Pop del 1997 con Wake up Dead Man. È un brano stupendo e non è un caso che fu abbozzato, per poi essere messo da parte e ripreso anni dopo, durante la composizione di Achtung Baby. Mi accodo al gruppo rock irlandese nell’implorare idealmente Cristo di tornare sulla Terra e salvare l’umanità da sé stessa.

Con le nostre azioni scellerate uccidiamo le persone tanto quanto un proiettile.

Listen to your words
They’ll tell you what to do
Listen over the rhythm that’s confusing you
Listen to the reed in the saxophone
Listen over the hum of the radio
Listen over the sounds of blades in rotation
Listen through the traffic and circulation
Listen as hope and peace try to rhyme
Listen over marching bands playing out their time

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO
0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con Osvaldo Danzi!

Iscriviti   alla Newsletter