Desiderio

di Andrea Trespidi

La nostra libreria è già ricca di tanti pezzi, tante parole, ma eccone altre 4 canzoni e un altro termine da aggiungere alla nostra comunicazione, come ormai siete abituati in questo formato di ROCK’N’SAFE: Playlist.

Oggi parliamo di un termine incredibile: desiderio.

Lo facciamo partendo da questa canzone che come al solito gli amici del garage mi lasciano nei loro ampli.

[MUSICA]

Eh sì, chi non ha riconosciuto Light my fire di Jim Morrison? Chi meglio di Jim Morrison è in grado di parlare di desiderio?
Accendi il mio fuoco, light my fire, desiderio come la voglia che arrivi qualcuno a darci l’energia per accendere il nostro fuoco, per liberare il nostro potenziale.

Ne abbiamo già parlato quando abbiamo parlato di cambiamento. Vedrete che alla fine i termini si intrecciano, si intersecano, tessono trame.

Ma il desiderio è anche un desiderio di chiamata: London calling, The Clash.

La chiamata al dovere, la chiamata a fare una rivoluzione, un’evoluzione, a guidare un cambiamento.

Wheels, Foo Fighter. Desideriamo qualcosa di meglio. Ecco che il desiderio è sempre legato al cambiamento. Il cambiamento arriva se c’è il desiderio che ci sia qualcosa di meglio.

Hunger, dalla splendida voce potentissima di Florence in the Machine.
Abbiamo tutti fame, desideriamo qualcosa di meglio, allora il desiderio con il cambiamento sempre più legati, sempre più intimi.

Ritorniamo a parlare di cambiamento, ma facciamolo attraverso questo nuovo termine: il desiderio.

Io come al solito vi saluto. Andrea Trespidi dietro il microfono.

BE SAFE! BE ROCK! BE ROCK’N’SAFE!

Arrivederci alla prossima puntata!

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con
Davide Chiarantini!

Iscriviti   alla Newsletter