Chi te lo fa fare!

di Diego Cigolini
chi te lo fa fare

Il giorno prima della chiusura per le vacanze natalizie, una delle poche occasioni in cui i “miei” ragazzi ed io siamo tutti insieme, durante la pulizia del reparto abbiamo avuto modo di confrontarci su alcuni argomenti, tra cui anche il mio ruolo di capo reparto e, nello specifico, anche quello di preposto.

Quando terminai di spiegare loro quelle che sono le mie responsabilità e a cosa potrei andare incontro penalmente nel caso succedesse qualcosa, considerando, tra l’altro, che dal punto di vista retributivo non è previsto alcuna maggiorazione della retribuzione, coralmente, mi hanno risposto con una bella esclamazione: “Chi te lo fa fare!”

Al momento mi è venuta spontanea una risposta: “lo capirete quando diventerete grandi.”

Poco dopo, io stesso, per l’ennesima volta, mi sono rivolto la risposta dei “miei” ragazzi.

Il preposto è “il terzo livello” della gerarchia delle responsabilità di prevenzione e protezione, prima ci sono il datore di lavoro ed i dirigenti.

Credo proprio che qualcuno, ed a questo punto non so bene chi, dovrebbe trascorre un periodo di tempo al fianco di un capo reparto/preposto, per comprendere quanto sia doveroso riconoscere, a livello retributivo e non solo sulla carta, la responsabilità assunta nello svolgere questo ruolo.

Permettetemi una nota fuori dallo spartito: lavorando su tre turni, purtroppo, non riusciamo mai a stare tutti insieme. Ma, nelle occasioni in cui è possibile, per me è bello condividere con le nuove leve parte del tempo lavorativo parlando e approfondendo tematiche importanti.

Tutti insieme, sporchi ed affaticati, con la consapevolezza di dover fare squadra e remare nella stessa direzione per raggiungere un obiettivo comune “lavoriamo bene, lavoriamo in sicurezza”!

 

Leggi anche il precedente articolo di Diego Cigolini!

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

A SETTEMBRE IN LIBRERIA!