L’insulto

di Alice Bettini

Il libro di oggi è “L’insulto” edito da Edizioni Medicea Firenze.

Te lo consiglio se:

  • Credi che il lavoro sia una parte fondamentale per la dignità dell’uomo
  • Credi nella parola “solidarietà”
  • Vuoi avere stimoli su cui riflettere

La storia è ambientata nella mia città, Prato, storicamente di vocazione tessile, dove il lavoro veniva (ed ancora viene) considerato sacro.

Una città dove tutti quanti si sono sentiti capaci di migliorarsi grazie al lavoro.

Piero, protagonista silente, si uccide proprio a causa del lavoro: le banche gli hanno chiuso tutti i fidi. Lui, sentendosi solo, decide di impiccarsi, l’insulto alla vita.

Il libro è un buono spunto di riflessione per ognuno di noi su quello che intendiamo per lavoro e su quello che è il nostro rapporto con “lui”.

È un libro che ti aiuta quando dovrai affrontare il tema dei rischi di natura psicosociale, dove ti viene chiesto di valutare un rischio così soggettivo che a volte sei in difficoltà: vedere da vicino ciò che può causare (l’altra faccia della medaglia), può farti cambiare punto di vista senza permettere di giudicare il comportamento degli altri.

Cosa ne pensi?

Scrivimi nei commenti la tua esperienza. Alla prossima!

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con Nicola Nite dei Tazenda!

Iscriviti   alla Newsletter