Esecutivi

di HR League
Esecutivi

Uno, nessuno, centomila – La personalità dell’Esecutivo

 

Se la penna Bic si animasse, quale sarebbe la sua personalità?

La Bic, la nostra tanto amata penna a sfera… che col passare degli anni è rimasta sempre la stessa! Si, perché se un prodotto funziona, l’innovazione certe volte non serve!

La nostra Bic è decisamente esecutiva.

Voi conoscete un esecutivo? Al lavoro o in famiglia?

L’esecutiva si dice essere una personalità rara e ricercata, parrebbe, benché guardandone le caratteristiche principali sembrerebbe essere molto diffusa tra noi.

Abbraccia i valori dell’onestà, della dignità, del diritto, dell’autorità e del duro lavoro. Sembra quasi una figura del passato, non vi pare?

Si fa carico di preservare la tradizione e ci ricorda il classico padre di famiglia degli anni ’50!

Rappresenta infatti la tradizione e l’ordine. Guida con l’esempio. Offre consigli molto chiari. Spiana con facilità la strada nei percorsi difficili. Assume spesso il ruolo di organizzatore di comunità per mettere tutti insieme nella celebrazione di eventi da tutti amati o in difesa dei valori tradizionali.

Per l’esecutiva l’autorità deve essere guadagnata.

Rifiuta pigrizia e inganni. Vive in un mondo di fatti chiari e verificabili.

Resta attaccati ai propri principi.

Si tuffa in progetti impegnativi… facendo apparire che i compiti più difficili sono anche più facili ed accessibili rispetto a ciò che paiono.

Mantiene le promesse e se qualcuno li mette a rischio per incompetenza, pigrizia o disonestà non esita a dimostrare ira.

Pare rigida e inflessibile perché pensa veramente che i valori in cui crede possano far bene alla società.

Molti esecutivi occupano posizioni nelle forze dell’ordine, sono militari, lavorano negli ospedali e negli studi legali… ma attenzione a non confondersi. Ruolo e Personalità non stanno necessariamente sulla stessa linea. Ogni contesto ha le sue personalità.

La differenza è riconoscere le caratteristiche nelle persone e non nel mestiere…

Ma come è l’esecutivo moderno? E in azienda?

Porta avanti i suoi ideali e crede che questi vadano bene per sé stesso e anche per gli altri. In azienda è un ottimo organizzatore del lavoro e si trova affine a tutto ciò che ha a che fare con standard e policy.

Vede la sperimentazione come occasione per fallire. Ecco perché non è particolarmente adatto agli ambienti complessi e caotici delle aziende di oggi e nelle learning organization dove si impara dagli errori e a volte senza regole.

Alcuni ritengono che non possa fare l’artista, lo scrittore, il musicista, l’attore, lo psicologo, il libraio (ma esiste ancora?!!!!).

Per le aziende è appetibile sia per il gran senso di lealtà (sta con un unico datore di lavoro quasi per tutta una vita!) sia per la sua grande affezione verso l’azienda riconosciuta (quasi rappresenta il dipendente modello!).

Eccovi una breve carrellata di personaggi veri e di fantasia che appartengono al mondo della personalità esecutiva.

Henry Ford:

l’imprenditore degli inizi del 1900, precursore di un certo tipo di capitalismo che ha permesso alle fabbriche di funzionare in modo efficiente. Ha inventato l’organizzazione scientifica del lavoro.

Minerva McGranitt:

personaggio della saga di Henry Potter, strega scozzese per molti anni insegnante di Trasfigurazione, capo della casa di Grifondoro e preside della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts.

Donna pragmatica ma concreta, rapida nel prendere decisioni e nell’organizzare e pianificare progetti e attività. Grandiosa rappresentante della tradizione e dell’ordine.

Rigida e severa, è molto temuta e rispettata dagli studenti ma la freddezza che connota questo splendido personaggio nasconde forte sensibilità.

Hermione Granger:

Personaggio della saga di Henry Potter, schietta, diretta, rigida, brusca, estremamente categorica e parecchio competitiva.

Efficiente, e laboriosa si prende cura della strategia del trio d’oro impegnandosi per la tradizione.

Margaret Thatcher:

la lady di ferro che ricordiamo anche per la frase celebre “Per vincere una battaglia, potresti dover combatterla più di una volta”.

Dart Fener:

molto organizzato, strategico, legato ai propri ideali con estremo commitment verso l’Impero. È il traditore che nel film Il ritorno dello Jedi nel combattimento con Obi-Wan Kenobi ritrova se stesso e realizza la famigerata profezia riportando equilibrio nella forza. Raffigurerà l’unico Jedi “oscuro” che è riuscito a redimersi ritornando nella luce della Forza.

Bene… e chi più ne ha più ne metta!

Non sappiamo se siamo riusciti a farvi appassionare alla personalità esecutivo ma siamo sicuri di aver messo un altro tassello al mastodontico puzzle sulle personalità che stiamo realizzando.

Alla prossima!

 

Se vuoi raccontarci la tua storia, partecipa alle dirette di HR League sui temi delle personalità. Ci trovi su Clubhouse e su Linkedin con il nostro “Viaggio nell’Estro-Verso”.

Scopri insieme a noi gli aspetti più curiosi delle diverse personalità, con l’obiettivo di liberare la tua!

Per saperne di più:

 

 

Visita l’intera rubrica Humans su ROCK’N’SAFE!

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

28 MAGGIO | 9.00 – 18.00

MILANO

UNAHOTELS EXPO FIERA