Che voce ha la felicità?

di Laura Labianca
la voce

QUANTO CONTA AVERE IN AZIENDA UN COLLABORATORE FELICE E SOPRATTUTTO FELICE DI ESSERE LI’?

La voce è lo strumento gratuito che abbiamo a disposizione sin dalla nascita ma che mai nessuno, fino ad oggi, ci ha insegnato ad usare. Attraverso la consapevolezza di come usare questo potentissimo strumento, le aziende potranno cambiare il clima all’interno della loro realtà facendo respirare un’aria di serenità, piacere e benessere relazionale, far aumentare il potenziale delle persone che ci lavorano e, come naturale conseguenza, la produttività delle stesse.

Fatta questa premessa vi chiedo di seguirmi in questi tre semplici passaggi.

Quanto è importante in un ambiente lavorativo, in cui passi la maggior parte delle ore della tua vita, riuscire a:

  • Trasmettere le nostre emozioni senza cadere in fraintendimenti e malintesi?

Il 99% delle “guerre”, dove per la parola guerra s’intende quella a livello geografico fino a  quella familiare o della sfera lavorativa o delle amicizie, è causato da problemi di comunicazione. Se sapessimo tutti comunicare in primis e poi comunicare meglio le nostre emozioni e intenzioni, non esisterebbero guerre o litigi, separazioni o obiezioni.

Nella maggior parte dei casi il vero problema non è cosa si è detto ma il COME o addirittura il NON aver detto per paura di creare uno scontro. Imparare ad utilizzare la nostra voce, in modo espressivamente coerente con il contenuto e l’emozione autentica che vogliamo trasferire, ci aiuta a evitare questa patologia della comunicazione chiamata “Daltonismo Vocale”.

  • Riuscire a star bene con noi stessi e imparare ad esprimerci senza la paura di sentirsi giudicati?

Migliorare la nostra voce e comunicazione ci porta ad aumentare i consensi e a sentirci sempre più a nostro agio con le persone. Questo genera un circolo virtuoso che fa crescere la percezione del nostro sé autentico e sociale crescendo di considerazione e credibilità. La naturale conseguenza è il superamento della propria autostima, della paura di parlare in pubblico e della timidezza. Liberarci da questi freni ci dà la possibilità di poter esprimere il nostro potenziale nell’azienda in cui lavoriamo, certamente, ma… nella vita che ne dite?

  • Sapersi difendere da emozioni contagiose negative e invece riuscire a trasformare le emozioni degli altri in positive?

Quanto è importante vivere in un ambiente lavorativo, in cui passiamo il 70% delle ore della nostra vita, in modo piacevole e non emozionalmente inquinato? Quanto sarebbe bello sapere ed avere la consapevolezza che le nostre emozioni possono essere generate dentro di noi e poi trasferite agli altri? Quanto sarebbe bello sapere che abbiamo la possibilità di imparare a schermarci dalle emozioni negative esterne e al contrario essere noi, col potere della c.d. “voce verde della calma”, così come l’ha definita nel suo “Metodo Four Voice Colors” Ciro Imparato, a trasformare il mondo intorno a noi?

L’essere umano vuole solo una cosa dalla vita: sentirsi accettato, considerato, amare ed essere amato. Allora perché non imparare ad accogliere gli altri e riuscire a trasferire ciò che abbiamo dentro nel modo giusto?

“Gli altri sono il bene più prezioso che abbiamo” diceva come un mantra il mio grande maestro Ciro Imparato. Avere la possibilità di entrare nel cuore degli altri ci apre tutte le porte della vita e il successo personale, inteso come riconoscimento, conferme, aumento di autostima, aumento del nostro benessere, della nostra credibilità e piacevolezza di stare con gli altri, arriva prima dell’aspetto economico che ne sarà solo una naturale conseguenza.

Il mondo aziendale avrà presto la consapevolezza di quanto sia importante imparare a utilizzare bene la voce (paraverbale) come veicolo di contenuti (verbale) emozionali, abbinata alla conosciuta comunicazione del corpo (non verbale).

“Gli altri sono il bene più prezioso che abbiamo”, prendiamoci cura di noi e di loro generando e trasferendo buone emozioni attraverso la nostra voce.

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con Nicola Nite dei Tazenda!

Iscriviti   alla Newsletter