Vecchi cari incubi

di Allegra Guardi

vecchi cari incubi

“Si stava meglio quando si stava peggio”, si dice spesso.

Fra notizie (nemmeno sempre vere) sul COVID-19 e disastri vari, sia i social che i notiziari ci bombardano di “incubi” in una guerra senza fine. Sul lavoro non sempre le cose vanno meglio. La tendenza a rimarcare quello che non va sembra aver superato di gran lunga quella di elogiare i successi e le buone azioni.

Quasi quasi chiudiamo gli occhi e ritorniamo indietro, ammesso che questo “indietro” fosse davvero meglio.

Quasi quasi aspettiamo… magari il fato stesso ci verrà incontro e rimetterà tutto a posto.

Quasi quasi stavamo meglio nella nostra melmosa laguna che con un piede o due su un’ignota prateria in cui non sappiamo cosa aspettarci.

Oppure… quasi quasi possiamo afferrare il nostro presente e spingerlo a suon di vitale energia fino alla direzione che vogliamo.

Quasi quasi…

 

Un ringraziamento a Pietro Vanessi e ai suoi personaggi unici.

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con Osvaldo Danzi!

Iscriviti   alla Newsletter