La parola a Francesco Lapi, CEO di Toscolapi e Vicepresidente di Lapi Group

di Patrizia Tonin
Toscolapi

Francesco Lapi

Politica integrata ambientale, qualità e sicurezza per i clienti e i lavoratori sono gli obiettivi principali dell’azienda toscana Toscolapi.

Riconosciuto come uno dei pochi distributori posizionato nel centro Italia in grado di fornire un’ampia gamma di prodotti chimici di base e solventi per vari settori industriali, Toscolapi offre soluzioni tecniche e un servizio costruito intorno al cliente. Due le “business unit” dell’azienda: una specializzata nel settore conciario, il “core business”, e una dedicata a molteplici settori industriali, tra i quali il trattamento acque, i colorifici, il navale, la stampa e l’enologia e l’alimentare. L’azienda ha sede in Toscana nel cuore del “Comprensorio del Cuoio” e ha a disposizione 4 stabilimenti dislocati in Toscana e in Veneto, uno dei quali dedicato nello specifico allo stoccaggio dei solventi.

 

Da quanti anni è operativa Toscolapi e qual è la sua storia?

Toscolapi Srl è nata nel 2002. Ha appena compiuto 20 anni, celebrando un’importante crescita e uno sviluppo che l’ha vista differenziare i propri mercati di riferimento, andando oltre le aspettative e confermando quanto Toscolapi sia tesa a un miglioramento continuo. L’azienda ha alle sue spalle una storia ben più longeva: fa infatti parte della holding Lapi Group, da oltre 70 anni leader nel settore chimico conciario. Una realtà oggi formata da nove aziende che, nel corso degli anni, ha avuto modo di espandersi con acquisizioni anche all’estero.

Toscolapi

Quali progetti fate per la Safety delle aziende e per la sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente? ​

L’azienda mantiene attivo un Sistema di Gestione Integrato Ambiente Sicurezza e Qualità certificato come conforme alle norme ISO 45001:18 e 14001:15 e 9001:15. Gli schemi delle citate norme consentono a Toscolapi di perseguire in modo costante un miglioramento interno, anche attraverso l’approvazione di veri e propri piani di miglioramento compresivi, che possono riguardare sia progetti di ammodernamento degli impianti, con l’utilizzo di tecnologie sempre più orientate alla sicurezza, sia progetti di formazione del personale. È infatti nostra convinzione che una maggiore consapevolezza del proprio ruolo all’interno dell’organizzazione, possa far diminuire sensibilmente il livello di rischio in azienda. Il fatto poi che l’unità operativa di via Malaparte a Santa Croce sull’Arno rientri nelle attività a rischio di incidente rilevante – cosiddetta Legge SEVESO – impone all’azienda il mantenimento di alti livelli di attenzione in tema di Sicurezza e Ambiente.

Come prevenite eventuali malattie e danni all’ambiente?

Tutte le nostre attività sono da sempre virate verso l’abbattimento dell’impatto ambientale. Operiamo nella massima attenzione e rispetto per il territorio che ci ospita e le persone che lo abitano. In direzione “green”, Toscolapi promuove l’utilizzo di una linea di solventi ottenuti da biomasse: i bio solventi studiati appositamente per il settore conciario. Oltre a questo, l’azienda partecipa a programmi internazionali, quali Responsabile Care di Federchimica e al Gateway ZDHC: come azioni legate alla sostenibilità ambientale. Toscolapi è sempre più attenta alla sostenibilità vissuta come attività da intendersi a 360 gradi: etica, benessere dei lavoratori, risparmio energetico, impegno nel sociale. Una visione sempre rivolta al futuro e alle sue innovazioni tecnologiche, e l’ascolto costante degli stimoli del mercato e delle richieste della clientela.

Toscolapi

Cos’è la piattaforma Gateway ZDHC e quali requisiti servono per entrare?

La piattaforma Gateway ZDHC (Zero Discharge of Hazardous Chemicals) è un progetto internazionale per l’abbattimento dell’impronta chimica nell’industria tessile e della moda, compresa l’industria della pelle, nostro “core business”. Ha l’obiettivo di eliminare le sostanze chimiche pericolose dalla supply chain, sviluppando processi trasparenti per promuovere una chimica più sicura. Ci sono varie forme di partecipazione a ZDHC: noi dal 2021 abbiamo inserito i nostri principali prodotti di base e solventi commercializzati nel settore conciario nel Livello di conformità 1 (si va da 0 a 3). Per poterlo fare, ovviamente, tali prodotti sono stati analizzati e hanno dovuto dimostrare la conformità agli standard richiesti. I prodotti di chimica di base solitamente non sono inseriti su tale piattaforma, ma Toscolapi ha voluto segnare la strada in questa direzione, in attesa che sia creato un gateway dedicato. L’azienda ha fatto quindi da precursore, impegnandosi per certificare la sicurezza e l’eco-sostenibilità di prodotti largamente utilizzati nel settore conciario e offrendo così un valore aggiunto alle concerie che vogliono intraprendere un percorso di sostenibilità, facilitandone l’iter per ottenere alcuni tipi di certificazione.

 

 

Visita l’intera rubrica Safety in business!

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

A SETTEMBRE IN LIBRERIA!