B-SIDE #27 – Leandro Bisenzi, organizzatore di eventi Stranomondo

di Rock'n'safe
Ospite di Stefano Pancari oggi a B-SIDE: Leandro Bisenzi, organizzatore di eventi dell’agenzia Stranomondo.

Leandro, dagli anni ’80 ti occupi di organizzare spettacoli ed eventi, ci vuoi raccontare un po’ di te?

Si può dire che sono nato come organizzatore di feste abusive! Una feste del Rosso e Nero che organizzai a Prato mi portò al mondo del clubbing. Il padrone della discoteca chiamò i carabinieri, ma poi ci chiese di lavorare per lui. Fu così che nacquero le nozze di Figaro e così via, poi da lì prendemmo in gestione vari locali nel fiorentino.

Ora la tua agenzia si chiama Stranomondo

Sì, il mio è proprio uno Strano Mondo, quello che insomma vorrei vedere, fatto di divertimento, ma che si lega coi valori della positività, del volersi bene e della sicurezza.

Il divertimento è un inno alla vita e i tuoi eventi sono sempre stati di grande impatto. Come riesci a trovare queste soluzioni?

Intanto ho la fortuna di essere circondato da persone creative, e probabilmente lo sono anch’io, quindi il problema non è tanto trovare le idee. Mi piacciono gli spettacoli barocchi, esagerati, colorati. Quindi è importante l’economia che c’è dietro, bisogna spenderci tanto. Ma io sono il primo a dovermi innamorare di quello che vedo.

Qual è l’ultimo spettacolo che avete organizzato?

El dia de los muertos. Si ispira alla tradizione messicana, ma anche qui bisogna fare attenzione al concetto di fondo: il divertimento è un omaggio pieno alla vita. L’omaggio pieno alla vita lo possiamo dare solo con la cognizione che non siamo eterni.

Proprio questo concetto ha accompagnato numerose tue iniziative sulla sicurezza, giusto?

Esattamente. Forse siamo stati fra i primi in Italia ad organizzare un bus che da Firenze portava i ragazzi a ballare in discoteca a Prato. Ebbe molta visibilità anche un’installazione che facemmo in Piazza della Signoria e poi al Tenax, con una macchina incidentata, dei manichini, fumogeni eccetera… sembrava un vero incidente. Per i ragazzi che uscivano dal locale vedere questa scena era un po’ come una doccia fredda, per risvegliare le menti, dopo una notte passata a ballare. Un forte impatto per ridestare l’attenzione. Io stesso purtroppo ho perso una cugina in un’incidente stradale.

Come vedi il futuro degli eventi, delle feste, dopo la pandemia?

Il covid purtroppo ci ha frenato tanto. Sarà difficile in futuro, penso che ci saranno tante piazze dove divertirsi in sicurezza, ma forse meno locali. Ora siamo a lavorare in smart working su una nave di MSC Crociere (guarda la nostra intervista a Leonardo Massa, Managing Director Italy MSC Cruises n.d.r.), qui c’è una zona della nave che si chiama Miami Pool, che sarebbe perfetta per una bellissima festa!

Articolo e postproduzione video di Graziano Ventroni

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con
Davide Chiarantini!

Iscriviti   alla Newsletter