Il “val’Oro” delle persone

di Gabriele Dell'Orto
Il "val'Oro" delle persone

“C’era oggi un pesciolino d’oro in mezzo a un banco di pesci grigi che nuotavano liberamente nel mare. Era un pesciolino molto colto e intelligente ma tutti gli altri pesci lo schernivano e non lo consideravano perché lo ritenevano diverso da loro. Non prendevano in considerazione le sue parole e le sue proposte per evitare di essere divorati dai predatori del mare. Un bel giorno il banco di pesci si trovò in una zona del mare molto profonda e buia, di fronte a loro si prospettava la decisione di proseguire senza vedere dove sarebbero andati, con il pericolo di incontrare grossi predatori e il rischio di essere divorati.

Il giovane pesciolino d’oro osservò la situazione, ascoltò le paure degli altri pesci e senza curarsi di quanto aveva subito, prese il comando e grazie ai raggi del sole che riflettevano sulla sua pelle d’oro riuscì ad illuminare la via indicando il modo per attraversare il tratto di mare oscuro e pieno di pericoli.

Tutti i pesci del banco si salvarono e, da quel giorno, lo coinvolsero in ogni decisione, in quanto avevano capito che il suo contributo era fondamentale per raggiungere gli obiettivi comuni affrontando senza paura i rischi e cogliendone le opportunità.”

Il cambiamento culturale parte da concetti semplici, vive di comunicazione e di come le nozioni trasmesse vengono recepite emozionando chi ascolta. Riconoscere il valore delle persone che ci circondano è fondamentale per poter crescere.

Spesso ci si chiede quanto vale una persona per l’azienda in cui lavora.

Crescere e realizzarsi nel lavoro è possibile se le persone si sentono bene, stanno al sicuro, sono soddisfatte, coinvolte e valorizzate (non necessariamente dal punto di vista economico).

Il valore delle persone vale oro, o meglio il “val’oro delle persone”. Ascoltare le persone è fondamentale nel prendere decisioni quotidiane, soprattutto quando devi decidere se un’azione può generare un errore e di conseguenza un rischio per te stesso e/o per gli altri. Non è semplice prendere in considerazione tutte le volontà di chi ti circonda, ma è fondamentale incominciare per creare una sommatoria di azioni che portino al coinvolgimento diretto ed indiretto di tutti.

La gestione dei rischi aziendali è un processo lungo e ricco di opportunità che deve essere costruito su solide fondazioni, è un processo di semina e di raccolta fondato sui valori delle singole persone che vi operano a tutti i livelli. Solo in questo modo è possibile dire che le aziende sono fatte dalle persone!

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

A SETTEMBRE IN LIBRERIA!