B-SIDE #23 – Nicola Nite, cantante dei Tazenda

di Rock'n'safe
Ospite di Stefano Pancari oggi a B-SIDE: Nicola Nite, cantante dei Tazenda

Nicola, è appena uscito il vostro ultimo album. Ce lo racconti?

Antistasìs è il ventesimo album dei Tazenda e il primo per me con la band. È stato un disco sofferto, abbiamo iniziato a registrarlo nel 2017. Abbiamo deciso di lasciarlo andare da sé, ha preso una forma tutta sua. C’è molto testo in italiano, anche se noi cantiamo prevalentemente in lingua sarda.

Voi siete una rock band tra le più longeve in Italia, in questo album si sentono tante sonorità diverse.

A volte ci definiscono una band che fa pop etnico, ma noi ci sentiamo molto rock! In questo album abbiamo cercato di accontentare noi stessi, con la varietà di generi. Abbiamo sfogato la nostra creatività e unione.

Cosa significa Antistasìs?

Significa resistenza, ma una resistenza positiva, una ricostruzione. Intanto è la resistenza del disco stesso, che ha visto la luce dopo diverso tempo, poi sicuramente si rifà anche al periodo che stiamo vivendo oggi.

Che rapporto avete con i vostri fan?

Ci seguono tantissimi giovani. Quando arriviamo ad un concerto e vediamo 7-8.000 persone che sono venute per noi, siamo sempre emozionati. Siamo persone normali, ci aspettiamo dalla vita ciò che si aspettano tutti, poi certo, saliamo sul palco e per molte persone significhiamo qualcosa. Ci sono dei fan che ci seguono in tutte le tappe dei nostri concerti. Questo per noi è importantissimo, vediamo che dopo il concerto hanno un’altra espressione!

Viaggiate tanto nelle vostre tournée, quanto è importante la sicurezza per voi?

Viaggiamo davvero tanto, ogni sera arrivare sani e salvi a casa è una soddisfazione, perché viaggiamo tanto in tarda notte. Per strada c’è poca disciplina, dobbiamo ricordarci che per correre ci sono le piste. Abbiamo una enorme responsabilità, non solo sulla nostra vita, ma soprattutto su quella degli altri. Dopo ogni concerto noi passiamo tanto tempo con la gente che è venuta per noi, ci informiamo anche su chi guiderà per andare via!

Quando un messaggio di sicurezza arriva spontaneo e sincero dal palco, è ancora più forte!

Dico la verità, quando torneremo finalmente a suonare dal vivo, darò ancora più importanza a questo messaggio!

 

Articolo e postproduzione video di Graziano Ventroni

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con Nicola Nite dei Tazenda!

Iscriviti   alla Newsletter