B-SIDE #12 – Tristema, rock band alternative del Cilento

di Rock'n'safe
Ospiti di Stefano Pancari oggi a B-SIDE: Candido Di Sevo (basso e voce) e Alessandro Galdieri (chitarra, voce e synth) dei Tristema, rock band alternative del Cilento

Quando avete iniziato a suonare insieme?

Ufficialmente nel 2015, in realtà molto prima! Ci conosciamo da quando andavamo a scuola.

Avete un’anima rock, ma la vostra musica ha un sound molto particolare e vario…

Sì, ognuno di noi ha una cultura musicale diversa, dalla musica classica, al grunge, al reggae… Ci scambiamo le varie influenze, ma sicuramente il rock è la base comune. Ci è venuto naturale scambiare e mischiare i generi, contaminarli.

Il vostro ultimo album “Pandora” è uscito a dicembre. Cos’ha di particolare?

Pandora è l’evoluzione del nostro percorso artistico, alcuni brani ce li portiamo dietro da tempo, altri sono più recenti. Oggi vanno molto i singoli, ma noi abbiamo voluto far uscire un album autoprodotto. Ci siamo autoprodotti in tutto!

Siete tutti del Cilento e cantate in italiano. Oltre alle influenze di cui abbiamo parlato, quanto c’è di Italia nella vostra musica?

La nostra matrice è il cantautorato italiano, di base c’è la cultura italiana. La nostra sfida è stata quella di giocare musicalmente con la lingua italiana, che può sembrare più difficile da utilizzare nelle canzoni.

Pandora, il titolo dice tanto. Quali sono i mali dell’uomo oggi?

Stiamo abbandonando la nostra vera natura, siamo sempre più meccanici, ci stiamo uniformando sempre di più. Dovremmo essere più attenti all’uomo, all’umanità.

Appena sarà possibile farete un tour?

Sicuramente. Nel live doni la tua musica e quello che sei a un’altra persona. Chi fa musica ha il potere di incanalare l’energia e donarla agli altri.

Articolo e postproduzione video di Graziano Ventroni

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con
Davide Chiarantini!

Iscriviti   alla Newsletter