There’s a hero

di Vincenzo Fuccillo

There’s a hero

If you look inside your heart…

“Non pensavo che fosse così pericoloso”… “ho fatto cose che ci insegnano al corso”… queste due frasi, da sole, sottolineano la differenza fra una strage ed una festa. A volte fare la cosa giusta sembra difficile, altre volte sembra ovvio. You don’t have to be afraid… Of what you are…
Ha ragione l’autista Mascetti (Mauro Mascetti, l’autista del bus andato in fiamme il 13 luglio, n.d.r.), quando dice “non sono un eroe”, così come non sono “mostri assassini” gli indagati del Mottarone.
Tutti hanno preso delle decisioni dettate dalla loro cultura e dalla loro conoscenza, dalla loro percezione del rischio; il punto è: quanto incide su questa valutazione la formazione? L’autista conosceva le procedure di sicurezza e non ha esitato a metterle in pratica. Chapeau. Onore a lui ed a chi gli ha insegnato le procedure, a chi ha organizzato quei corsi, a chi ha ritenuto importante la sua formazione. Impariamo non solo dagli errori, impariamo anche dai successi: fare la cosa giusta nel momento giusto è possibile, se si possiede la giusta formazione.
Ogni lavoratore, ogni individuo può essere Mascetti: consapevolezza, preparazione e generosità, tre qualità che si possono e si devono insegnare… può cambiare la musica ma… We can be Heroes, just for one day… ce lo dice anche David Bowie.

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con Osvaldo Danzi!

Iscriviti   alla Newsletter