Una nuova nascita

di Daniele Russo

Buon Natale!

Per la religione Cristiana oggi è “il giorno della Nascita”.

La nascita è l’atto supremo della natura.

Nascita vuol dire “venire al mondo” e questo concetto non è applicabile al solo genere umano né al solo genere animale, ma bensì all’universalità delle cose.

Poiché il mondo è fatto sia di cose materiali che di cose immateriali, è possibile affermare che il termine “nascere” racchiude in sé un concetto universale ed infinito che va oltre la mera fisicità dell’evento stesso.

La nascita suggella l’inizio di qualcosa di nuovo e porta con sé il cambiamento; che sia di una vita, di un pensiero, di una cultura, di una speranza, di un’illusione o di un amore, essa è sempre massima espressione di coraggio, forza e di positività.

Nascere vuol dire anche “venire alla luce” ovvero uscire dal buio o dall’oblio.

Nascere vuol dire “iniziare una nuova vita”.

Oggi, “giorno della Nascita”, auguro che ciascuno di noi possa simbolicamente iniziare una nuova vita caratterizzata anche dalla “consapevolezza della sicurezza”.

Una consapevolezza che illumini le nostre scelte, che tracci il cambiamento nei nostri comportamenti e che ci aiuti ad uscire dal buio delle morti sul lavoro e dall’oblio delle coscienze rafforzando l’importanza dell’individuo.

Siamo noi gli artefici del nostro destino e nel percorso della nostra vita effettuiamo continue scelte, giuste o sbagliate che siano, basandoci sulle conoscenze acquisite e sulle esperienze positive e negative effettuate.

Scegliere la sicurezza è sempre la scelta giusta; è un atto d’amore verso se stessi e verso gli altri.

Di seguito riporto il mio mantra della sicurezza:

Io sono il protagonista principale della mia sicurezza perché la sicurezza è il mio stile di vita, perché la sicurezza comincia da quando mi alzo la mattina, perché la sicurezza è presente in ogni mio gesto quotidiano ed in ogni attività che eseguo.

La sicurezza è una forma di pensiero che mi accompagna in ogni istante, che mi spinge ad analizzare ogni azione che io faccio, che mi porta a cercare le vie di fuga quando entro in un cinema o in un hotel, che mi porta ad assumere rischi ponderati, che mi porta a mettermi al riparo nelle situazioni di emergenza.

La sicurezza è una mia scelta, è una abitudine che piacevolmente mi accompagna e si prende cura di me.

La sicurezza parte da me ed è parte di me perché io sono la persona più importante nella vita.

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

A SETTEMBRE IN LIBRERIA!