B-SIDE #26 – Elena Casiraghi, scrittrice e conduttrice radiofonica

di Rock'n'safe
Ospite di Stefano Pancari oggi a B-SIDE: Elena Casiraghi, scrittrice e conduttrice radiofonica

Elena, ci parli dei tuoi libri e del tuo modo di vedere e vivere il benessere?

Penso che la scienza ci aiuti a conservare il benessere con cui siamo nati, che nel corso della vita dobbiamo allenare. Se la scienza usa un linguaggio difficile da capire, è difficile anche utilizzarla a nostro favore. Io cerco di tradurre quel linguaggio in maniera fruibile, per ciò che riguarda l’alimentazione e l’allenamento sportivo.

Nel tuo ultimo libro “L’alimentazione non è competizione” troviamo diversi consigli utili anche per questo periodo in cui siamo stati fermi più a lungo.

Sì, nel lockdown abbiamo capito quanto alimentazione, movimento e qualità del sonno influiscano sul nostro benessere. Non dobbiamo pensare di dover adottare tabelle rigide, fare diete ferree, ma di adottare uno stile di vita. Prima io stessa mi ritenevo soddisfatta perché la sera facevo i miei 10 km di corsa, anche se poi passavo tutto il resto della giornata seduta al computer. In realtà bisogna tenersi attivi durante tutta la giornata.

Ci puoi anticipare qualche consiglio che troviamo nel libro?

Ad esempio è importante alzarsi ogni 30 minuti per 3 minuti circa, possiamo camminare o fare le scale, se ne abbiamo la possibilità. Un altro consiglio è quello di svolgere un movimento ad alta intensità inserito durante la giornata, ad esempio salire le scale molto velocemente. Questi tips sono emersi durante una ricerca che ho fatto per una presentazione, per aiutare le persone a ridurre la pressione arteriosa e la glicemia. Queste pratiche ci aiutano a mantenere la pressione regolare e ritrovare il nostro benessere fisico e mentale.

La salute mentale passa anche dal corpo!

Esattamente. 20 minuti al giorno di camminata a passo spedito sono un ottimo modo per far nascere nuove idee. L’attività aerobica aiuta la produzione di nuovi neuroni. L’alimentazione e il movimento costante ci aiutano a stare meglio.

Come consigli di combattere lo stress di questo periodo e la pigrizia?

Il cortisolo è l’ormone dello stress, ma è anche quello che ci permette di alzarci al mattino. Deve essere compreso in un range ottimane. La pigrizia può essere un circolo vizioso, creato dalla routine quotidiana, dalla mancanza di tempo. La prima difficoltà è iniziare, poi la cascata ormonale ci permetterà di star bene, ve lo garantisco!

Hai un passato da sportiva a livello agonistico, questo ti aiuta?

Sicuramente mi ha dato una forma mentis, ma da un altro lato è un po’ una fregatura, perché cerchi di mantenere gli stessi livelli, ma tra i tanti impegni non ci riesci. Per me l’attività sportiva è un po’ come lavarci la faccia al mattino, una prassi di igiene quotidiana. L’ultimo consiglio che mi sento di dare è iniziare a praticare queste nuove abitudini in un giorno che ci è comodo, in cui siamo rilassati, ad esempio il sabato.

 

Articolo e postproduzione video di Graziano Ventroni

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con Nicola Nite dei Tazenda!

Iscriviti   alla Newsletter