Il Natale è morto?

di Rock'n'safe

Ci aspetta un Natale diverso, questo è chiaro a tutti. Le feste in famiglia sono off limits e anche le tradizionali cene di Natale aziendali, quelle in cui ti sfondi di cibo già pagato, sono melodie lontane che risuonano nelle orecchie senza poterle ascoltare per davvero.

La battaglia per la tutela della nostra salute ha avuto il sopravvento su tutto? Ha ragione la Morte Nasona di Pietro Vanessi, non resta altro che un duetto fra disperazione e depressione?

Forse la magia del Natale quest’anno ha perso un po’ del suo potere, ma la magia del rock sicuramente no! Una vera rockstar non smette di essere tale solo perché non ha le luci dei riflettori puntate addosso.

Questo non è un invito, Safety Rocker. Questa è una sfida. Accendi di pura elettricità la tua vision, mantienila viva e trasmettila a chi hai intorno, vicino o lontano: colleghi, amici, conoscenti. Solo dopo potrai buttarti sul divano e accendere anche l’albero. Questo è ciò che ci aspettiamo da una Safety Rockstar. Questo è ciò che pretendiamo.

Per tutti gli altri, c’è la Morte Nasona.

Un ringraziamento a Pietro Vanessi e ai suoi personaggi unici.

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

 

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con
Davide Chiarantini!

Iscriviti   alla Newsletter