B-SIDE #31 – Biba Deejay, musicista, produttore e speaker radiofonico

di Rock'n'safe
Ospite di Stefano Pancari oggi a B-SIDE: Biba Deejay (alias Alessandro Checchi), musicista, produttore e speaker radiofonico.

Alessandro, quando hai iniziato la tua carriera musicale?

Ho cominciato molto giovane, nel 1984. Ho quindi attraversato molte mode e costumi, sino al periodo particolare di stop che abbiamo vissuto ora. Sono cambiati i tempi e le tecnologie. Prima avevamo le discoteche per condividere le nostre passioni, oggi ci sono i social!

Come hai vissuto i mesi di pandemia?

Purtroppo si è fermato un po’ tutto. Con il Covid è passato il messaggio che l’intrattenimento non è essenziale, ma è un errore, perché è cultura anch’esso.

Tuttavia hai iniziato proprio in quel periodo una nuova avventura a Radio Nostalgia

Sì, è vero! Andrea Secci, il direttore della radio, mi ha portato ai microfoni, con un programma che va in onda il sabato sera. La radio è un media che non morirà mai, gli ascolti sono cresciuti anche durante la pandemia. La radio è immaginazione!

Oltre al mondo della musica, vivi anche quello del lavoro e del sindacato, ce ne vuoi parlare?

Sono rappresentante sindacale di Unicoop Firenze. Nella grande distribuzione una mattina ci siamo svegliati e il mondo si è accorto di noi, ci chiamavano addirittura eroi. Siamo stati uno dei pochi settori che non si è mai fermato durante la pandemia e che era davvero essenziale.

Cosa ti ha insegnato questa esperienza?

Sicuramente a non abbandonare mai i propri colleghi! Col graduale ritorno alla normalità siamo un po’ tornati nell’ombra, anche per la questione vaccini ci sono passate davanti tante altre categorie. Ma come ho detto non bisogna mai abbandonare i colleghi!

Quali sono i tuoi progetti futuri?

A giugno dovrebbe uscire il mio ultimo pezzo, che ho composto a settembre dell’anno scorso. In inverno ho avuto un black out! Un brano molto estivo, che strizza l’occhio al funky degli anni ’90.

Giusto! Fai anche parte di una cover band dei Daft Punk?

Sì, ma anche i Robot Rock si sono sciolti per il momento, come i Daft Punk!

 

Articolo e postproduzione video di Graziano Ventroni

SCORRI LA PAGINA E LASCIA UN COMMENTO.

0 commento

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Non perderti neanche una nota!

 

Ogni mese puoi avere accesso ai contenuti esclusivi della nostra community.
Questo mese: il backstage della nostra intervista con
Davide Chiarantini!

Iscriviti   alla Newsletter